Badia di Limbadi

Badia si divide teoricamente a sua volta in due paesi…Badia di Limbadi e Badia di Nicotera..

Si estende dalla collina Piraino e Incenzi sotto le pendici di Monte Poro denominata GNANA, divide i due paesi  il torrente fosso .

Anticamente chiamata “Casale d’Abbazia”, questa zona fu sede di una comunità di monaci basiliani, seguaci di San Basilio (sec. IV), emigrati dall’Oriente, i quali edificarono molti monasteri, nell’area del Poro,

Quasi certamente, nella zona di Badia furono edificati due monasteri: uno San Nicola,e  S. Maria Grazie all’eredità di una aristocratica nicoterese, tale Margherita Pellizza, nel 1386 fu costruita anche una chiesa dedicata a S. Niccolò.

Per tanti anni, però, la chiesa fu abbandonata, fino a quando Monsignor Ottaviano Capece, l’ideatore della Cattedrale di Nicotera, l’annetté alla limitrofa comunità ecclesiastica di Caroni fino al 1724, quando fu resa indipendente con il titolo di S. Nicola Vescovo.

I vari terremoti distrussero tutto persino le case degli abitanti, e l’attuale chiesa di S.Nicola, inaugurata il 22 Settembre del 1935 dal vescovo Felice Cribellati, sorge sulle rovine della precedente, al suo interno troviamo la statua dell’Addolorata e, naturalmente, quella di San Nicola Vescovo, protettore di Badia.
 

Durante gli scavi per la realizzazione della Variante Nicotera – Limbadi, Badia viene sbattuta in prima pagina alla Cronoca degli Storici per iscrivere un capitolo nuovo…

Infatti durante i lavori della stessa è rinvenuta, una piccola, ma, preziosa necropoli greca risalente presumibilmente al IV secolo a.c. si tratta di una piccola fattoria e i resti di una donna con accanto il suo cane.

Questi reperti testimoniano, ancora una volta, la permanenza nella zona dei comuni di Nicotera-Limbadi, la presenza oltre dei Bizantini , dei Normanni anche dei Greci.

 

Questa è un’area ricca di storia e ciò è attestato dai numerosi ritrovamenti e dall’ex ricchissimo museo di Nicotera che attualmente, però, custodisce pochissimi reperti che non testimoniano realmente l’invidiabile e prezioso passato che Nicotera e i paesi limitrofi hanno vissuto., molti reperti sono stati inviati presso il museo di Reggio Calabria…

Badia oggi detiene una scuola materna ed elementare dove provengono molti bambini di entrambi i comuni…ha subito anch’esso l’emigrazione di moltissimi giovani, ne resta così un paesino tranquillo è vivibile grazie anche alla sua posizione da dove si può ammirare tutta la Piana di Gioia Tauro e la visibilità di parte di Sicilia ..

.                                    

Comune di Limbadi © 2012 - Partita I.V.A. 00323370791
Viale Europa, 5 - 89844 Limbadi (VV) - Telefono: +39 0963.85006 - Fax: +39 0963.85005

 

HTML 4.01 Valid CSS
Powered by Asmenet Calabria 
Restyling by 
ToreJeo Web AgencyTourist contents by Tropea.biz

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.273 secondi
Powered by Asmenet Calabria