Le reliquie

Fino al 970 la salma di San Pantaleone restò in Nicomedia; successivamente fù traslata, divisa in numerose reliquie, per la venerazione di milioni di devoti.
 
Ciò che restava del corpo, delle vesti, degli oggetti appartenenti a San Pantaleone, varcò i confini di Nicomedia e dell’Asia Minore, per gratificare moltissime comunità, nel mondo.
 
Giunsero reliquie di San Pantaleone in tante città di Italia: Roma, Napoli, Milano, Genova, Venezia, Lucca e in Calabria, a Montauro.
 
Reliquie del santo si trovano sparse nel mondo: nella basilica di Saint-Denis a Parigi; la sua testa è conservata a Lione, la reliquia del braccio è conservata nella chiesa di San Pantalon  a Venezia, nel Duomo di Vercelli si conserva un reliquiario contenente parte del capo; nel Duomo di Amalfi si conserva un busto di legno col capo di argento nel quale è contenuta una reliquia del cranio; a Papanice (un ossicino), a Montauro (un ossicino della nuca), a Roma (una parte della tibia), a Napoli, a Milano, a Genova, a Venezia, a Crema (una piccola parte del cranio e quella di mezzo braccio), a Brindisi (mezzo braccio), a Benevento; a Porto in Portogallo; a Burgos in Spagna; a Atene in Grecia si custodisce (la mano destra), nella chiesa del Purgatorio a Lanciano si conservano la spada che troncò la testa del santo, il carrello dentato con cui veniva martoriato il corpo, la fiaccola con cui gli venivano bruciate le ferite, un tronco di ulivo che germogliò a contatto con il corpo del santo.
Varie reliquie si trovano sparse anche in Italia presso la chiesa dei Santi Giovanni e Reparata a Lucca e  presso un Santuario a Borgo frazione di Montoro Inferiore(AV),

Il suo sangue fu raccolto in una grande ampolla è custodita nella chiesa a lui dedicata nella città di  Ravello.
Nel tempo i vescovi decisero di donare in piccole ampolle, piccole quantità ad altre comunità, da secoli e secoli Il fenomeno della liquefazione del sangue durante il suo festeggiamento il 27 luglio di ogni anno, avviene nelle seguenti chiese: Ravello, Limbadi, MontauroVallo della Lucania e Monasterio de la Encarnación a Madrid, a Roma nella Chiesa di S. Maria in Vallicella; a Venezia nella Basilica di San Marco; a Lucca nella Chiesa di S. Maria degli Orlandinghi; a Napoli nella Chiesa di S. Gregorio Armeno.a Lanciano nella Chiesa del Purgatorio; nella Cattedrale di Amalfi.

Comune di Limbadi © 2012 - Partita I.V.A. 00323370791
Viale Europa, 5 - 89844 Limbadi (VV) - Telefono: +39 0963.85006 - Fax: +39 0963.85005

 

HTML 4.01 Valid CSS
Powered by Asmenet Calabria 
Restyling by 
ToreJeo Web AgencyTourist contents by Tropea.biz

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.262 secondi
Powered by Asmenet Calabria